Friday, 2 October 2015

LA MEMORIA A FILO E IL PRIMO COMPUTER DA TAVOLO

La memoria a filo,  o memoria a linea di ritardo, sfrutta il fenomeno della magnetostrizione su filo metallico, ad esempio il nikel. Un campo magnetico, applicato ad un metallo, lo può deformare. Nel caso di un filo elastico, una deformazione in lunghezza o una torsione, si propaga da un lato verso il lato opposto.
E come dare un colpo ad un estremo di  una corda tesa. Il colpo produce una oscillazione che si propaga all'altro estremo..... leggi di più clicca qui

 
 
il primo computer da tavolo... clicca qui per leggere di più
 


No comments:

Post a Comment